Rivive Kircker il “Leonardo del seicento”

Sono stati illustrati nella Sala Andrea Pozzo, in via di Sant’Ignazio, il restauro e la digitalizzazione di tre codici manoscritti di Athanasius Kircher (1602-1680), promossi dalla Fondazione Sorgente Group di Valter e Paola Mainetti e realizzati dall’Archivio storico della Pontificia Università Gregoriana. Nel corso dell’evento “Dialogo curioso, ovvero, delle tecniche di restaurare i manoscritti kircheriani” è stato raccontato, e reso coinvolgente, l’appassionato lavoro, durato tre anni, sulle opere del gesuita tedesco, considerato “il Leonardo del Seicento”.

Share on FacebookShare on Google+Share on LinkedInTweet about this on Twitter